logo
Populate the side area with widgets, images, navigation links and whatever else comes to your mind.
Strömgatan 18, Stockholm, Sweden
(+46) 322.170.71
ouroffice@freestyle.com

Follow us

Come nasce il MAGS

Il nostro Trail, nasce dalla voglia di un gruppo di amici che, dopo aver esplorato in lungo e in largo la nostra regione, ha accolto un’idea di Moreno Agnellini di creare un tour in bikepacking attraverso le maraviglie D’Abruzzo. Dopo mesi di studio per il tracciato, soste, prove con le diverse tipologie di bici, siamo arrivati ad un percorso permanente, che è alla portata di tutti coloro che sanno consapevolmente, che c’è bisogno di tanta forza mentale per affrontare un Trail. Mags Experience è il primo evento bikepacking nella nostra regione Abruzzo, una regione di straordinario splendore che regala al ciclista percorsi perfetti per pedalare. Un’avventura di 330 km in sella alla tua bicicletta, dal mare al Gran Sasso come veri viaggiatori, un itinerario sul vostro ciclo computer e via ognuno con il proprio passo, con i propri pensieri e senza tempo limite, perché l’avventura è un diritto dovere di ogni cicloturista.
Il MAGS EXPERIENCE è l’espressione massima delle peculiarità morfologiche che il nostro territorio può offrirci andando in sella ad una bici; Mare, Collina, Montagna, tutto racchiuso in un solo Trail, l’Abruzzo Trail. Questo viaggio, ci piace definirlo così, è un punto di partenza verso nuove avventure, e un punto di arrivo nel mondo naturalistico dell’Abruzzo.

come nasce
il mags

Il nostro Trail, nasce dalla voglia di un gruppo di amici che, dopo aver esplorato in lungo e in largo la nostra regione, ha accolto un’idea di Moreno Agnellini di creare un tour in bikepacking attraverso le maraviglie D’Abruzzo. Dopo mesi di studio per il tracciato, soste, prove con le diverse tipologie di bici, siamo arrivati ad un percorso permanente, che è alla portata di tutti coloro che sanno consapevolmente, che c’è bisogno di tanta forza mentale per affrontare un Trail. Mags Experience è il primo evento bikepacking nella nostra regione Abruzzo, una regione di straordinario splendore che regala al ciclista percorsi perfetti per pedalare. Un’avventura di 330 km in sella alla tua bicicletta, dal mare al Gran Sasso come veri viaggiatori, un itinerario sul vostro ciclo computer e via ognuno con il proprio passo, con i propri pensieri e senza tempo limite, perché l’avventura è un diritto dovere di ogni cicloturista.
Il MAGS EXPERIENCE è l’espressione massima delle peculiarità morfologiche che il nostro territorio può offrirci andando in sella ad una bici; Mare, Collina, Montagna, tutto racchiuso in un solo Trail, l’Abruzzo Trail. Questo viaggio, ci piace definirlo così, è un punto di partenza verso nuove avventure, e un punto di arrivo nel mondo naturalistico dell’Abruzzo.

il percorso

Partenza in località Marina di Città Sant’Angelo, Viale Torre Costiera. Subito dopo aver attraversato il viale alberato sulla breve pista ciclabile, vi ritroverete per circa 2 km sulla ss 16. Dopo aver svoltato a dx per Silvi Marina, sarete immessi sulla “ciclovia adriatica” che vi farà attraversare l’abitato di Silvi per poi proseguire sotto la pineta fino a Pineto, tra dune costiere e affacci sul mare indimenticabili.
Una volta arrivati a Pineto (avrete percorso i primi 15 km), inizierà la prima salita del Mags, 3 km su carrareccia, che vi porterà fino al borgo di Mutignano e, a seguire, arriverete nella Città di Atri su asfalto. Una volta attraversato il centro storico, la traccia vi porterà rapidamente nell’Oasi dei Calanchi: dopo una discesa veloce su strada bianca, vi ritroverete nella valle Piomba. Pedalerete tra asfalti secondari e carrarecce fino a raggiungere il territorio del Comune di Montefino, dove incontrerete la seconda salita di giornata, 4 km su strada bianca. In cima pedalerete ammirando la Valle del Fino alla vs sinistra e, una volta imboccata la strada bianca di contrada Cerquone, sarete condotti velocemente sulla fondovalle e arriverete a Bisenti (paese natale di Ponzio Pilato). Avrete percorso i primi 57 km.
Una volta attraversato il centro storico di Bisenti, dopo aver percorso qualche km su asfalto, girerete a sx verso Bivio Castelli e una salita, tra strade bianche e asfalti secondari, vi porterà dopo 13 km al Rifugio Faiani. Fino a questo punto il percorso è classificabile TC/MC.
Dal Rifugio la traccia vi condurrà all’interno del bosco, una bella discesa fino a San Salvatore (c/da del Comune di Castelli) per poi continuare in un traverso sempre all’interno del bosco che vi porterà fino al Comune di Isola del Gran Sasso (percorso MC/BC). Avrete percorso i primi 90 km.
Passato il comune di Isola, salirete su asfalto fino al Comune di Tossicia per poi arrivare alla Frazione di Azzinano (fermatevi per guardare i dipinti sui muri del centro storico). Ripartiti da Azzinano proseguirete su strada bianca, che poi diventerà sentiero nel bosco (dove bisogna prestare attenzione per alcuni passaggi con scarpata coperta da vegetazione) e vi condurrà a Cusciano. Da Cusciano scenderete su asfalto e strada bianca fino ad incrociare la Statale 80 che, su asfalto, vi condurrà sino alla diga di Provvidenza. Avrete percorso i primi   157km.
Alla diga girerete a sx per la Valle del Chiarino e all’interno di essa potrete sostare al Rifugio Fioretti (ATTUALMENTE CHIUSO) per rifornirvi di acqua. Dopo aver percorso una strada bianca, proseguirete su carrareccia all’interno del bosco, in un’alternanza di saliscendi, e arriverete sul lungo traverso che conduce al Monte San Franco dove potete ammirare un luogo votivo denominato “Madonna della Zecca”.   Successivamente, incrociando per alcuni metri l’asfalto, vi immergerete nella splendida Valle del Vasto fino ad Assergi in località Fonte Cerreto (percorso TC/BC). Avrete percorso i primi 180 km.
Una volta ripartiti da Fonte Cerreto una splendida carrareccia, abbastanza lunga, vi condurrà sino a Santo Stefano di Sessanio, Rocca Calascio e Castel del Monte, denominati “I tre borghi d’Abruzzo”, luoghi incantevoli che vi invitiamo a visitare. Da qui ripartirete verso la piana di Campo Imperatore e, in località Vado San Cristoforo, svolterete a sx per raggiungere il rifugio Racollo. Percorrerete il Canyon dello Scoppaturo per poi entrare in Vallestrina, piana del Voltigno e Voltignolo. Una volta passato il Voltignolo, un emozionante single track (denominato “delle scalate”) vi condurrà nella selvaggia Valle d’Angri, in cui consigliamo di scovare tra la fitta vegetazione e ammirare le vecchie “STINZIE” (rifugio agropastorale del passato) e la Cascata del Vitello d’oro. Il tracciato vi porterà fino a Farindola (percorso MC/BC). A questo punto avrete percorso 260km.
Ripartiti da Farindola, su asfalto salirete verso Rigopiano e, girando a dx, una bella strada bianca vi condurrà fino ad Arsita. Da qui, in uno splendido paesaggio collinare, attraverserete i borghi di Castiglione Messer Raimondo e Castilenti. Vi resteranno da superare Colle della Morte e Colle dell’Odio, passaggi collinari con una vista mozzafiato sulla val Pescara. La traccia vi condurrà all’ingresso di Città Sant’Angelo, borgo tra i più belli d’Italia che vi consigliamo di visitare. Dopo aver percorso una discesa panoramica affacciata sul mar Adriatico, tornerete al punto di partenza in riva al mare (percorso TC/MC).

il percorso

Partenza in località Marina di Città Sant’Angelo, Viale Torre Costiera. Subito dopo aver attraversato il viale alberato sulla breve pista ciclabile, vi ritroverete per circa 2 km sulla ss 16. Dopo aver svoltato a dx per Silvi Marina, sarete immessi sulla “ciclovia adriatica” che vi farà attraversare l’abitato di Silvi per poi proseguire sotto la pineta fino a Pineto, tra dune costiere e affacci sul mare indimenticabili.
Una volta arrivati a Pineto (avrete percorso i primi 15 km), inizierà la prima salita del Mags, 3 km su carrareccia, che vi porterà fino al borgo di Mutignano e, a seguire, arriverete nella Città di Atri su asfalto. Una volta attraversato il centro storico, la traccia vi porterà rapidamente nell’Oasi dei Calanchi: dopo una discesa veloce su strada bianca, vi ritroverete nella valle Piomba. Pedalerete tra asfalti secondari e carrarecce fino a raggiungere il territorio del Comune di Montefino, dove incontrerete la seconda salita di giornata, 4 km su strada bianca. In cima pedalerete ammirando la Valle del Fino alla vs sinistra e, una volta imboccata la strada bianca di contrada Cerquone, sarete condotti velocemente sulla fondovalle e arriverete a Bisenti (paese natale di Ponzio Pilato). Avrete percorso i primi 57 km.
Una volta attraversato il centro storico di Bisenti, dopo aver percorso qualche km su asfalto, girerete a sx verso Bivio Castelli e una salita, tra strade bianche e asfalti secondari, vi porterà dopo 13 km al Rifugio Faiani. Fino a questo punto il percorso è classificabile TC/MC.
Dal Rifugio la traccia vi condurrà all’interno del bosco, una bella discesa fino a San Salvatore (c/da del Comune di Castelli) per poi continuare in un traverso sempre all’interno del bosco che vi porterà fino al Comune di Isola del Gran Sasso (percorso MC/BC). Avrete percorso i primi 90 km.
Passato il comune di Isola, salirete su asfalto fino al Comune di Tossicia per poi arrivare alla Frazione di Azzinano (fermatevi per guardare i dipinti sui muri del centro storico). Ripartiti da Azzinano proseguirete su strada bianca, che poi diventerà sentiero nel bosco (dove bisogna prestare attenzione per alcuni passaggi con scarpata coperta da vegetazione) e vi condurrà a Cusciano. Da Cusciano scenderete su asfalto e strada bianca fino ad incrociare la Statale 80 che, su asfalto, vi condurrà sino alla diga di Provvidenza. Avrete percorso i primi   157km.
Alla diga girerete a sx per la Valle del Chiarino e all’interno di essa potrete sostare al Rifugio Fioretti (ATTUALMENTE CHIUSO) per rifornirvi di acqua. Dopo aver percorso una strada bianca, proseguirete su carrareccia all’interno del bosco, in un’alternanza di saliscendi, e arriverete sul lungo traverso che conduce al Monte San Franco dove potete ammirare un luogo votivo denominato “Madonna della Zecca”.   Successivamente, incrociando per alcuni metri l’asfalto, vi immergerete nella splendida Valle del Vasto fino ad Assergi in località Fonte Cerreto (percorso TC/BC). Avrete percorso i primi 180 km.
Una volta ripartiti da Fonte Cerreto una splendida carrareccia, abbastanza lunga, vi condurrà sino a Santo Stefano di Sessanio, Rocca Calascio e Castel del Monte, denominati “I tre borghi d’Abruzzo”, luoghi incantevoli che vi invitiamo a visitare. Da qui ripartirete verso la piana di Campo Imperatore e, in località Vado San Cristoforo, svolterete a sx per raggiungere il rifugio Racollo. Percorrerete il Canyon dello Scoppaturo per poi entrare in Vallestrina, piana del Voltigno e Voltignolo. Una volta passato il Voltignolo, un emozionante single track (denominato “delle scalate”) vi condurrà nella selvaggia Valle d’Angri, in cui consigliamo di scovare tra la fitta vegetazione e ammirare le vecchie “STINZIE” (rifugio agropastorale del passato) e la Cascata del Vitello d’oro. Il tracciato vi porterà fino a Farindola (percorso MC/BC). A questo punto avrete percorso 260km.
Ripartiti da Farindola, su asfalto salirete verso Rigopiano e, girando a dx, una bella strada bianca vi condurrà fino ad Arsita. Da qui, in uno splendido paesaggio collinare, attraverserete i borghi di Castiglione Messer Raimondo e Castilenti. Vi resteranno da superare Colle della Morte e Colle dell’Odio, passaggi collinari con una vista mozzafiato sulla val Pescara. La traccia vi condurrà all’ingresso di Città Sant’Angelo, borgo tra i più belli d’Italia che vi consigliamo di visitare. Dopo aver percorso una discesa panoramica affacciata sul mar Adriatico, tornerete al punto di partenza in riva al mare (percorso TC/MC).

il territorio

Situato nell’Italia centro- meridionale, l’Abruzzo si estende dal cuore dell’Appennino centrale al mare Adriatico, su un territorio prevalentemente montuoso e selvaggio. La sua morfologia costituisce un vero proprio paradiso per la flora e la fauna continentale, circa il 75% delle specie europee sono situate nella nostra regione.  L’abruzzo è una delle regioni piu’ verdi del vecchio continente, l’estensione patrimonio naturalistico è immenso, basti pensare che in questa piccola regione peninsulare ci sono tre parchi nazionali, un parco regionale, 38 aree protette tra oasi riserve regionali e riserve statali. In totale il 36,3% del territorio regionale è sottoposto a tutela ambientale. L’Abruzzo, il paradiso del Bikepacking.
Il MAGS EXPERIENCE è l’espressione massima delle peculiarità morfologiche che il nostro territorio può offrirci andando in sella ad una bici; Mare, Collina, Montagna, tutto racchiuso in un solo Trail, l’Abruzzo Trail. Questo viaggio, ci piace definirlo così, è un punto di partenza verso nuove avventure, e un punto di arrivo nel mondo naturalistico dell’Abruzzo.

il territorio

Situato nell’Italia centro- meridionale, l’Abruzzo si estende dal cuore dell’Appennino centrale al mare Adriatico, su un territorio prevalentemente montuoso e selvaggio. La sua morfologia costituisce un vero proprio paradiso per la flora e la fauna continentale, circa il 75% delle specie europee sono situate nella nostra regione.  L’abruzzo è una delle regioni piu’ verdi del vecchio continente, l’estensione patrimonio naturalistico è immenso, basti pensare che in questa piccola regione peninsulare ci sono tre parchi nazionali, un parco regionale, 38 aree protette tra oasi riserve regionali e riserve statali. In totale il 36,3% del territorio regionale è sottoposto a tutela ambientale. L’Abruzzo, il paradiso del Bikepacking.
Il MAGS EXPERIENCE è l’espressione massima delle peculiarità morfologiche che il nostro territorio può offrirci andando in sella ad una bici; Mare, Collina, Montagna, tutto racchiuso in un solo Trail, l’Abruzzo Trail. Questo viaggio, ci piace definirlo così, è un punto di partenza verso nuove avventure, e un punto di arrivo nel mondo naturalistico dell’Abruzzo.

L'enogastronomia

Carne, pesce fresco, vini e formaggi pregiati, ricchi primi e dolci per ogni gusto: il cibo abruzzese piace a tutti e hanno i colori delle valli incantante ai piedi del Gran Sasso e profumano di mare. La diversità del paesaggio Abruzzese si fonde a tavola in una miscela unica di pietanze tipiche.
La gastronomia Abruzzese è stata rivalutata negli ultimi tempi, come una delle più ricche e originali d’Italia. Sono tantissimi i piatti tipici che la tradizione tramanda con fantasia e creatività uniche.

l’enogastronomia

Carne, pesce fresco, vini e formaggi pregiati, ricchi primi e dolci per ogni gusto: il cibo abruzzese piace a tutti e hanno i colori delle valli incantante ai piedi del Gran Sasso e profumano di mare. La diversità del paesaggio Abruzzese si fonde a tavola in una miscela unica di pietanze tipiche.
La gastronomia Abruzzese è stata rivalutata negli ultimi tempi, come una delle più ricche e originali d’Italia. Sono tantissimi i piatti tipici che la tradizione tramanda con fantasia e creatività uniche.

ASD
GRAN SASSO TRAIL

Viale Fonte D’Olmo, 13
Montesilvano (PE)
Codice Fiscale: 91153100689